Monica De Marchis

Get In Touch

INFORMAZIONI PERSONALI

Nome DE MARHIS MONICA

Telefono +39 339 1576834

Nazionalità Italiana

Data di nascita 15.NOVEMBRE.1959

Sesso F


ESPERIENZA LAVORATIVA

Ambito psicologico-clinico: attività rivolta a famiglie, coppie, adolescenti, adulti. Interventi psicoterapeutici e di counseling attraverso trattamenti individuali, genitoriali e di gruppo per la cura del disagio sintomatologico ed esistenziale. Particolarmente estesa l’esperienza clinica di patologie del comportamento alimentare, new addictions comprendendo tutte quelle forme di dipendenza in cui non è implicato l’intervento di sostanze, disagio adolescenziale

Ambito didattico-formativo: attività di supervisore e formatore sviluppatasi inizialmente all’interno della Sitcc (Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva) , si è arricchita nel tempo di collaborazioni in settori e ambiti istituzionali come Asl, Ministero della Salute, Regioni, Università, attraverso la partecipazione ad iniziative culturali e scientifiche, seminari e conferenze. L’attività di formazione riguarda, altresì, la docenza presso scuole di Specializzazione in Psicoterapia legalmente riconosciute dal MIUR.

Dal 1990 ad oggi

  • Esercita in modo continuativo la libera professione di psicologa e psicoterapeuta

Dal 2010 al ……

  • Docente di seminari interdisciplinari presso il Centro Romano di Psicopatologia

Dal 2008 ad oggi

  • Docente della Humanitas Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dello sviluppo e della adolescenza, presso la sede di Roma, riconosciuta dal MIUR;

Dal 2005 ad oggi

  • Partecipa all’ organizzazione e realizzazione dell’attività didattica dell’Associazione di Terapia Cognitiva di Roma attraverso   corsi di formazione rivolti a medici, psicologi e insegnanti, corsi ECM, seminari e conferenze tematiche;
  • Partecipa all’ organizzazione clinica e terapeutica del Centro Clinico Multiverso – ATC, svolgendo attività di consulenza psicologica, psicoterapia di coppia e individuale, promuovendo e realizzando incontri di supervisione clinica individuale e di gruppo;
  • Docente della Scuola di specializzazione cognitiva presso l’Associazione di Terapia Cognitiva di Cagliari, riconosciuta dal MIUR

Dall’anno accademico 2004 al 2008

  • Docente della materia “Psicologia clinica delle dipendenze” presso l’Università di Siena Dipartimento delle Scienze neurologiche e del Comportamento, Facoltà di Medicina e Chirurgia – Scuola di Specializzazione in Psicologia

Dal 2002 al 2004

  • Docente della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva Post-Razionalista IPRA, riconosciuta dal MIUR con D.M. del 20 marzo 2002

2003

  • Docente di Corsi di Aggiornamento presso il Centro per la Prevenzione ed il trattamento dei disturbi alimentari – Direttore G. Cutolo Azienda Usl 9 di Grosseto

2002

  • Docente all’interno del Programma Nazionale per la formazione continua degli operatori della Sanità – Ministero della Salute

Dal 1989 al 1995

  • Attività di psicologa e psicoterapeuta, presso l’ITER – Ambulatorio, Day Hospital e Comunità Semi-residenziale per pazienti psicotici, di Roma;

Dal 1988 al 1989

  • Collaboratrice esterna alla ricerca finanziata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche sulla riabilitazione e cura delle Tossicodipendenze nell’ambito del Progetto Finalizzato quadriennale “Salute dell’uomo”

Dal 1985 al………

  • Consulente psicologa presso la Cooperativa Socio – Sanitaria Albedo, Ente Ausiliario della Regione Lazio per la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle Tossicodipendenze.

FORMAZIONE E STUDI

Dal 1995 al 1999

  • Co-didattica sotto la supervisione del Prof. V.F. Guidano in un training di formazione quadriennale della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva

Dal 1986 al 1990  

  • Training di Terapia Cognitiva presso l’Associazione Italiana di Terapia Comportamentale e cognitiva di Roma condotto dal Prof. V.F. Guidano

Dal 1981 al 1985

  • Training di Terapia Relazionale presso il Centro Studi e Ricerche per la Psicoterapia della Coppia e della Famiglia di Roma

1990

  • Iscrizione all’Albo degli Psicoterapeuti della Regione Lazio n. 2447

19-03-1985

  • Laurea in Psicologia indirizzo Applicativo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

 

  • Dal 2006 ad oggi Socio Didatta della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva
  • Dal 2003 ad oggi Membro della Society for Constructivism in the Human Sciences
  • Dal 1997 al 2004 Socio dell’Istituto di Terapia Cognitiva post-razionalista dell’IPRA
  • Dal 1992 ad oggi Socio Ordinario della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva
  • Dal 1986 ad oggi Socio Corrispondente della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva

 

PUBBLICAZIONI

  • De Marchis M., Scifoni G., « Presentazione del sub-progetto Riabilitazione e psicoterapia delle tossicomanie nell’ambito del Progetto Finalizzato quadriennale del C.N.R. Salute dell’Uomo” Psicobiettivo ,Anno settimo, pagg.26 – 27, 1987
  • Luigi Cancrini, Daniela Costantini Silvia Mazzoni, Monica De Marchis, Ugo Molinara, Alessandra Morioni. “Indagine sulle procedure di presa in carico e sui protocolli terapeutici utilizzati in sei strutture pubbliche e private di assistenza ai tossicodipendenti” Atti del 1° Congresso Sottoprogetto Tossicodipendenze, Progetto Finalizzato Medicina Preventiva e Riabilitativa del Centro Nazionale delle Ricerche 1987
  • A cura di Lupoi S. “Comunità semiresidenziali e Psicosi: teoria e prassi in una ottica relazionale – familiare” Co-Autrice dei capitoli 3 ,6 e 7, Ed. Franco Angeli 1995 Roma
  • Picardi A., Gaetano P., De Marchis M., Maselli P., Arciero G., “Vittorio F. Guidano: un maestro da ricordare” Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale, Vol.5, n.3, pagg.233 – 236, 1999
  • De Marchis M.,   “Quando gli spazi vuoti sono pieni di significati, un caso di anoressia” Rivista Psicobiettivo   anno 1999, numero 4
  • De Marchis M., « La psicoterapia dei Disturbi Alimentari Psicogeni in una ottica post-razionalista” in “Significato e Senso della Malattia” Atti del XVII Congresso della Società Italiana di Medicina Psicosomatica, Tipografia Senes, 33 –36, 2000
  • De Marchis M., « The organizations of personal meaning in a post-rationalist vision:The eating disorders organization”, in Bondolfi G., Bizzini L., (Eds) 7^ International Congress on Constructivism in Psycotherapy, Université de Genève
  • De Marchis M; Zaratti R., “L’insostenibile leggerezza dell’essere..giovani” Quaderni di Psicoterapia Cognitiva, dicembre 2004, n.15
  • De Marchis M., ;Zaratti R., « L’età contemporanea e il disagio giovanile :ruolo dell’identità » Rivista Psicobiettivo, anno 2005
  • De Marchis M., “I Disturbi Depressivi considerati in una ottica costruttivista post-razionalista: dai dati ai significati”. Rivista di Psicosomatica, anno 2006, Società Editrice Universo
  • De Marchis M., Zaratti R., « La psicoterapia come processo generativo » Quaderni di Psicoterapia Cognitiva, anno 2007
  • De Marchis M. Atti del IX Convegno di Psicologia e Psicopatologia post-razionalista Siena 30 Maggio 2008, “La riformulazione del problema in termini generativi”
  • De Marchis M., Zaratti, R. “Possible effects of extensive technological use on the identity process: from continuity to multiplicity” in Dialogues in Philosophy Mental and Neuro Sciences DIAL PHIL MENT NEURO SCI , 2008; 1(1): 33-36
  • De Marchis M. Atti del XI Convegno di Psicologia e Psicopatologia post-razionalista, Siena 21 Maggio 2010, “Come la formazione post-razionalista modifica l’atteggiamento verso sé e verso il paziente”
  • De Marchis M. e Al Atti del XIII Convegno di Psicologia e Psicopatologia post-razionalista, Siena 25 maggio 2012 “Aspetti dell’Amore contemporaneo in una Organizzazione di significato di tipo Disturbi Alimentari Psicogeni”
  • De Marchis M.; Barca L. “Da un mosaico andato in pezzi all’arte del  Kintsugi: un percorso verso nuove integrazioni”     Rivista Costruttivismi, 1, 58-66, 2014
  • De Marchis M. Atti del XV CONVEGNO DIPSICOLOGIA E PSICOPATOLOGIA POST-RAZIONALISTA Continuità, cambiamento, coerenza sistemica e complessità. Siena 23 maggio 2014   “Tutto il pensabile è possibile? Continuità e cambiamento nella costruzione identitaria degli adolescenti nell’epoca della Webcrazia”